PROTOCOLLO D’INTESA

PROTOCOLLO D’INTESA
PER L’ISTITUZIONE DEL TAVOLO INTERRELIGIOSO DI ROMA

tra
il Comune di Roma
la Comunità ebraica di Roma
il Coordinamento delle Chiese Valdesi, Metodiste, Battiste, Luterana, Salutista di Roma
il Centro Islamico Culturale d’Italia
la Fondazione Maitreya dell’Unione Buddhista italiana
l’Unione Induista Italiana
la Comunità Ortodossa Romena
A fronte delle nuove realtà presenti oggi nelle Scuole romane e nella città tutta;
in considerazione anche della molteplicità e della complessità dei processi migratori in atto, che scaturiscono da mutamenti economici, sociali e culturali di carattere sovranazionale e nazionale;
tenuto conto di nodi problematici presenti anche a Roma, in quanto metropoli sempre più multietnica e multiculturale;
visto il permanere di difficoltà e talvolta conflittualità nei rapporti tra persone o collettività di diverse culture, fedi e religioni ;
nella piena consapevolezza del ruolo che anche le Comunità Religiose possono rivestire per attivare una educazione all’interculturalità nella città e prioritariamente nella Scuola.

il Comune di Roma; la Comunità Ebraica di Roma; il Coordinamento delle ChieseValdesi,Metodiste, Battiste, Luterana, Salutista di Roma; il Centro Islamico Culturale d’Italia; la Fondazione Maitreya dell’Unione Buddhista Italiana;
l’Unione Induista Italiana; la Comunità Ortodossa Romena.
 CONCORDANO

– Viene istituito presso l’Assessorato alle Politiche Educative e Scolastiche del Comune di Roma il TAVOLO INTERRELIGIOSO DI ROMA, con la finalità di contribuire all’educazione interculturale a partire dall’ambito scolastico , proponendo agli allievi delle scuole romane, alle loro famiglie, ai docenti e alle diverse comunità presenti nella città iniziative di carattere culturale ed interculturale – prese di comune accordo – che arricchiscano l’offerta di informazione e formazione per la cittadinanza.
– Le iniziative del TAVOLO – che saranno decise con il consenso di tutti i partecipanti- avranno come obiettivi:

Ricercare e proporre strumenti e metodi efficaci per una informazione e formazione in dimensione multi- ed interculturale , contribuendo così alla crescita e al radicamento del confronto e delle relazioni costruttive tra tutti i soggetti presenti nella Scuola appartenenti a culture, fedi e religioni diverse;
offrire alle scuole, ad altre Istituzioni e alla cittadinanza più in generale documentazione, seminari, tavole rotonde, materiali multimediali, esperti, ecc., che siano utili ad ampliare la conoscenza degli elementi fondanti delle diverse fedi e religioni e che potranno essere valorizzati sia all’interno dei Piani di Offerta Formativa delle scuole, che di altri progetti valutati positivamente dal TAVOLO.
Favorire o creare occasioni che tendano alla maggiore presenza delle famiglie e delle comunità diverse per fede e cultura nella vita quotidiana delle scuole e di altre Istituzioni formative e che concorrano all’ampliamento e all’arricchimento dei rapporti tra i cittadini di Roma di diverse culture, fedi e religioni.
3-  Il TAVOLO INTERRELIGIOSO DI ROMA parteciperà- laddove i componenti lo ritengano utile e coerente con le finalità sopra espresse- ad iniziative dell’Assessorato alle Politiche Educative e scolastiche relative ai temi e alle problematiche del multiculturalismo e della interculturalità, nelle forme e nelle modalità che verranno di volta in volta collegialmente individuate.

Roma, Campidoglio, ottobre 2001
VISTO, APPROVATO E SOTTOSCRITTO
Per il Comune di Roma – l’Assessore Maria Coscia

Per la Comunità Ebraica di Roma – Ing. Leone Paserman

Per il Coordinamento delle Chiese Valdesi, – Pastora Maria Bonafede
Metodiste, Battiste, Luterana,Salutista di Roma

Per il Centro Culturale Islamico d’Italia – Dott. Abdellah Redouane

Per la Fondazione Maitreya – Prof.ssa Maria Angela Falà
dell’Unione Buddhista Italiana

Per l’Unione Induista Italiana  – Avv. Franco Di Maria

Per le Comunità Ortodosse Romene – Decano Constantin Balauca
dell’Italia centrale e meridionale